Skip to content

Questo è il nostro grazie

Questo non è un comunicato stampa. Questo è un manifesto, un poster artistico – certo con le parole – nel quale il soggetto raffigurato è un GRAZIE composto da tanti piccoli elementi che compongono le lettere stesse della parola. 25000 persone sono tante. Se decidessimo di ringraziarle tutte in un anno, allora dovremmo incontrarci con 68 persone al giorno. Pertanto, speriamo di non dimenticare nessuno con questo manifesto.

Iniziamo con il dire che per noi dell’Associazione culturale Attivamente è un motivo di orgoglio essere arrivati a compiere 10 anni. 10 anni di fiera in cui abbiamo sperimentato, abbiamo visto tanti ospiti, abbiamo organizzato molte riunioni per la preparazione della tre giorni, abbiamo perso sonno e acquistato stanchezza, abbiamo perso chili e capelli, mentre altri hanno decolorato i loro verso un tono di grigio che ormai non dà scampo all’inesorabilità del tempo che passa. Quando siamo nati, nel 2009, un insieme di tristi notizie si ascoltavano in tv: dal terremoto in Abruzzo al deragliamento del treno a Viareggio, passando per la scomparsa di Mino Reitano, Mike Bongiorno e Michael Jackson. Per fortuna quello stesso anno, mentre noi cercavamo di comprendere come creare un mondo sospeso che potesse, anche solo per qualche giorno, lasciare fuori dalla porta del complesso monumentale del San Domenico, i dispiaceri di un’annata nefasta, ecco che “Avatar” di James Cameron esce nelle sale in 3D, chiude l’anno e il mondo non sarà più lo stesso.

La nostra prima edizione avvenne in quel complesso monumentale che sarebbe diventata la nostra casa, costringendoci, ogni tanto, a dare disposizioni differenti ai mobili fino a quando non trovammo una collocazione tutto sommato accettabile. Ma era la nostra casa. E qui dobbiamo spendere il primo doveroso basilare GRAZIE. Prima di tutti ad Antonello Iovane e Nicola Madia (tranquilli, anche loro sono invecchiati ma mentre il primo non lamenta una caduta di capelli che non aveva comunque, il secondo ha una stempiatura che le macchine ci fanno inversione di marcia con una sola manovra) che insieme al Presidente Angelo Grandinetti hanno dato vita ad un sogno rendendolo realtà. Si può dire che il Lamezia Comics & Co…sia nato all’interno dello Spazio Aperto Giovani, con l’ausilio anche del Comitato Lametino Giovanile e il supporto anche della Reggio Comix. Non smetteremo mai di portare nel cuore, nelle braccia, nei sorrisi questi due amici di sempre.
Un GRAZIE va rivolto anche a chi, all’epoca dei fatti, ha creduto un po’ in questo gruppo di persone che oggi definiremmo come Nerd, ma che in realtà erano cresciuti coi cartoni animati e coi fumetti, in ogni loro declinazione, come tanti di noi. Queste persone rispondono al nome della dottoressa Brunetti, dell’ex Sindaco Gianni Speranza e di tutta la sua amministrazione comunale. Non senza difficoltà, e con l’ansia ogni anno circa la disponibilità degli spazi, aspettavamo sempre le riunioni per gli aggiornamenti. Un crescendo di emozioni quando questi avevano un risvolto positivo poiché significava, per tutti noi, rivedere amici. È come quando, da grande, fai un gruppo WhatsApp e organizzi una pizzata/rimpatriata tra compagni di scuola e alla fine arriva, si concretizza, si mangia, si ride e si passa del tempo che ha quasi un effetto terapeutico.

Il tempo continua a passare, non si arresta mai, non si blocca. Si continua a sperimentare, a impacchettare una fiera che rispondesse sempre più alle richieste delle tante persone che l’anno precedente avevano vissuto il Lamezia Comics & Co… restituendo un feedback ogni volta positivo. Iniziano a fermarci per strada per complimentarsi e noi imbarazzati (perché in fondo siamo timidi e ci commuoviamo) con lo sguardo basso a ringraziare senza altro aggiungere. Ogni anno arriva il periodo in cui, oltre all’inflazionato “che fai a capodanno” declinato per ogni festività, sempre più ci si chiede “lo fanno quest’anno il Comics?”.

E via con tante edizioni anche quando cambia il governo cittadino e si temono ripercussioni. Invece no, il Lamezia Comics piace a tutti, è visitato da tutti, è ormai sulla bocca di tutti. Pertanto, ora è doveroso rivolgere un GRAZIE anche al nuovo ex Sindaco Paolo Mascaro, che ha continuato a credere in noi consentendo di arredare ancora una volta quella casa che, poco prima del suo arrivo, si era allargata. Tutto fila liscio e solo la stanchezza mentale e fisica alla fine della fiera ci preoccupava e donava gioia allo stesso momento. Stavamo per comprare i gerani da mettere sul balcone che ecco un nuovo scenario governativo concretizzarsi. È noto il commissariamento del nostro comune, fattore da non sottovalutare perché di solito, volendolo spiegare ai più piccoli, se sei malato e hai la febbre con annesso mal di pancia non ti metti a mangiare la torta, ma fai di tutto, anche se non sei felice, per stare bene, quindi pastina e latte caldo, riposo e medicine. Come incideva su di noi il commissariamento? La risposta è presto detta: se non rientri nello straordinario non sei prioritario. E qui viene il resto della storia che ormai sapete, che ci ha portato a svolgere il nostro compleanno al Centro Commerciale Due Mari. A tal proposito un GRAZIE va rivolto tanto alla struttura quanto alla figura instancabile, cordiale, interessata e disponibile di Simona Notarianni, responsabile marketing del Centro Commerciale Due Mari che ci ha accolti a braccia aperte, cercando di sollevarci l’umore da uno sconforto che in noi aveva quasi preso il sopravvento. E già che ci siamo un GRAZIE è rivolto alla Wasama Superheroes Show per la collaborazione e l’unione tra due eventi che hanno portato molta gioia e stupore, oltre che supereroi bravissimi che si aggiravano in fiera.

Dobbiamo dire GRAZIE anche al sindaco Pietro Fazio di Feroleto e a tutto il suo staff e la presidente del consiglio comunale Caterina Rizzuto. Un GRAZIE al sindaco di Maida, Salvatore Paone che è stato illuminante nelle sue parole, e alla Pro Loco di Vena di Maida, segno che più realtà che condividono lo stesso terreno possono convivere e consentire lo sviluppo di qualcosa di bello e utile.

Non è successo nulla per fortuna, ma le precauzioni non sono mai troppe, quindi una forte GRAZIE agli organi di sicurezza, alla Polizia di Stato e ai Carabinieri, e ancora all’AISA Associazione italiana Sicurezza Ambientale il cui coordinatore è Fabio Esposito. Un GRAZIE alla Croce Rossa Italiana, sede di Lamezia Terme che alla fine, vestiti di rosso, sembravano cosplayers anche loro.

Abbiamo avuto la possibilità di farci ascoltare prima, durante e dopo la fiera. Questa possibilità è stata resa possibile GRAZIE a CRT, la radio ufficiale del Lamezia Comics & Co che con le gli operatori Diego Pistocchi, Luigi Grandinetti e Dèsirèe Scalise ci hanno spinti su alte frequenze.

Ogni anno esiste uno spazio all’interno della fiera nel quale vengono esposte tutte le foto che i ragazzi di Calabria in Foto scattano durante l’evento e che portano i volti di tutti voi. Una bella testimonianza che si aggiorna di anno in anno e tra un po’ ci tocca organizzare una fiera solo per loro. GRAZIE.

Per tutte le cose che sono successe nell’ultimo anno, che hanno portato il Lamezia Comics &Co ad essere ancora più impegnato sul territorio e hanno permesso alla nostra Associazione di ritagliarsi un ruolo prestigioso in festival di alti livelli, un sentito GRAZIE va al React Short Film Festival e al suo direttore artistico Giovanni Carpanzano.

Di collegamento al riconoscimento di prima ed alle cose che sono successe in questo ultimo anno, un GRAZIE va senz’altro rivolto all’Accademia di belle arti di Catanzaro, supporto importante per la crescita della fiera e per le prospettive future che si sono venute a creare tra noi dell’associazione e l’istituzione del capoluogo nella promozione della cultura.

Avete presente il palco e l’impianto che hanno amplificato il suono della nostra voce, della vostra e quella della musica durante la fiera? È merito di Cristiano Service di Gianluca Cristiano al quale va un GRAZIE rinnovato per essere sempre stato di grande supporto, dal giorno zero entrando, di fatto, anche lui nella famiglia.

GRAZIE a tutte le Associazioni presenti e anche a quelle che hanno contribuito a rendere confortevole questa e tante altre edizioni. E GRAZIE anche alle parrocchie che, forti della loro missione umanitaria, ci hanno sostenuto mettendo a disposizione tutto quello che potevano offrirci.

GRAZIE a tutti gli ospiti presenti, artisti e standisti, musicisti e giocatori di ruolo, che ogni anno ritornano perché – è sufficiente leggere le loro parole come si fa con le recensioni di un prodotto – si sentono a casa. “La casa è dove posso stare in pace” diceva Jovanotti. Sorrisi, danze, amicizie nuove, amicizie consolidate. Leggere l’accoglienza negli occhi lucidi e nelle grasse risate, negli abbracci consolatori e anche in quelli felici e spontanei, delle persone che in tre giorni hanno vissuto la fiera è forse il senso di pace che vogliamo ogni anno creare. La nostra Associazione è ben contenta di lasciare un buon ricordo e quando questo riecheggia per tutta la durata dell’anno fino all’arrivo della nuova edizione del Lamezia Comics allora vuol dire che siamo davvero una bella famiglia. GRAZIE ai Parimpampum che sono colonna sonora del Lamezia Comics e che hanno festeggiato con noi i loro 10 anni. Alle feste di compleanno si invitano gli amici di sempre e se fate gli anni nello stesso giorno la festa non è doppia, ma è esponenziale. GRAZIE Fiore di Luna che è stata madrina, intrattenitrice e compagna di giochi di molti di voi in fiera. GRAZIE Leonardo Graziano che non ha smesso un secondo di regalare sorrisi a tutti e soprattutto per aver compreso appieno lo spirito della manifestazione. GRAZIE in generale a tutti gli ospiti perché ogni anno, uno dei ricordi più belli, è quando le persone – abbiamo orecchie e occhi ovunque – tra di loro dicono “gli ho chiesto un disegno e me lo ha fatto, è veramente gentile e umile” oppure “Oddio ho la foto con…” e scatta il toto nome.

Infine, dunque grazie a voi tutti pubblico, fruitori, bambini, genitori, curiosi, appassionati, neofiti. GRAZIE perché non sono solo i 25000 mila presenti in fiera, ma esiste anche tutto il virtuale e digitale da ringraziare. La comunicazione del festival, concentrata tutta in un solo mese, ha raggiunto dei risultati importanti: 93 mila persone raggiunte dai post, abbiamo sforato quota 9mila followers su Facebook e i nostri contenuti hanno generato 40 mila interazioni. Anche su Instagram, nello stesso arco temporale, abbiamo superato le 200 mila Impression, oltrepassato i 2000 follower e un livello di interazione simile a quello ottenuto su Facebook. Si direte voi, diamo i numeri. Si, li diamo perché sia chiaro lo sforzo che ogni anno facciamo mettendoci tutto il nostro impegno affinché ogni minimo dettaglio sia analizzato e attenzionato con la giusta e scrupolosa dedizione. Diamo i numeri perché questa è una terra che ha un potenziale di crescita ancora molto elevato e, anziché recriminare mancanze, noi di Attivamente cerchiamo di far fiorire quel poco che è nelle nostre disponibilità. Da quel poco, che è la nostra passione sia per la nostra città che per la fiera che ogni anno costruiamo insieme ad altri eventi durante il corso dell’anno, deriva tutto il vostro grande immenso riconoscimento. GRAZIE.

Ci vediamo il 13-14-15 settembre 2019 per spegnere un’altra candelina e dirvi nuovamente GRAZIE.

 

Associazione Culturale Attivamente

 

Posted in

Staff Comics

Lascia un commento





Autori e Case editrici

Area Games

Musica e Spettacolo

Conferenze e Workshop

Area Mostre

Animazione

Alla ricerca di nuove informazioni?

Contattaci o leggi cosa ci passa per la testa...

Scroll To Top