Skip to content

Edizione X

Martedì 18 Settembre è passato. Quasi due giorni. Quasi due giorni son trascorsi dalla chiusura del “Lamezia Comics & Co… X”. Devi ammetterlo. Devi ammettere che questa volta hai esitato a scrivere qualcosa sulla Decima Edizione, perché desideravi riordinare un po’ le idee dopo il vortice di emozioni e gioia e affetto e stanchezza che ti ha travolto come ogni anno.

Hai riflettuto e riflettuto e, alla fine di tutto quel pensare, hai capito che questo Lamezia Comics può essere riassunto da due prospettive diverse: una prospettiva razionale, quasi scientifica, ed una prospettiva emotiva.

Razionalmente parlando ti sei reso conto di tutta la strada fatta fino ad oggi. Dieci edizioni sono tante, così come dieci anni sono sufficienti a cambiare la vita di un uomo per sempre. Credi che la parola chiave sia proprio “cambiamento”, una parte fondamentale dell’esistenza, forse l’unica cosa realmente assoluta e costante. Cambiare fa paura. Mentre ti muovi attraverso l’ignoto puoi vacillare, annaspare nell’oscurità senza sapere dove andare. Anche tu e i tuoi amici di AttivaMente avete avuto paura, paura di dover rinunciare a qualcosa di costruito con tanta fatica e sofferenza per il tornaconto di altri, di dover scappare lontano per le porte chiuse in faccia, di dover smettere di lottare per un domani più luminoso perché nessun raggio di sole sarebbe arrivato ad illuminare il vostro volto. Il “Lamezia Comics & Co…”, dopo dieci lunghi anni, è cambiato.” Ecco cosa pensavi mentre Domenica arrivava il triste momento dei saluti. Ma guardando tutti gli abbracci e le lacrime e gli sguardi pieni di promesse e di un “arrivederci a presto” hai capito che il cambiamento della forma non è mai un male se il cuore rimane lo stesso. Un cuore fatto di amicizie sincere costruite per caso e cementate in tre giorni di fuoco, un cuore fatto di energia senza fine rovente come un vulcano attivo, un cuore fatto di rabbia, sangue, fatica, sudore e lacrime di gioia.

Da un punto di vista emotivo è ancora più difficile poter parlare. Qualcuno ha detto che abbandonare un luogo provvisorio come una tensostruttura lo faceva sentire triste: una costruzione destinata ad essere smontata sembra dover portare via con se tutto quanto, come la pioggia durante un temporale. È vero. C’è della tristezza in questo pensiero. Tuttavia il Lamezia Comics è un’eccezione che conferma la regola. Entrare dentro questo mondo è sempre stato come entrare in una piccola bolla di cristallo fatta di divertimento e spensieratezza dilagante, un ambiente che ti tiene al caldo e ti protegge come una culla. Il sogno è finito, è vero, ma sopravvive nei ricordi dei 25.000 visitatori che hanno affollato quei corridoi vivi e pulsanti, in quelli dei fantastici ospiti che vi hanno onorato della loro presenza e in quella di tutti i membri dello staff e dei volontari, fratelli e sorelle in armi. Hai visto degli eroi in questi tre giorni di fiera. Non gli eroi dei fumetti, dei film o dei cartoni animati, troppo distanti nella loro perfezione. Hai visto gli eroi capaci di mettere da parte i problemi quotidiani per rimboccarsi le maniche, di sollevare 300 tavoli e sedie quando nessuno guarda sapendo di avere come unica ricompensa il sorriso della gente. Hai visto vecchi amici e li hai scoperti cresciuti, più forti e responsabili. Hai trovato nuovi compagni con cui crescere.

Lamezia Comics & Co… X” è la vostra creatura, la vostra gioia.

“Well, I doubt we can be together forever. But isn’t that what growing up’s all about? What’s important isn’t how often we see each other, but how often we think about each other. Right?”

A voi. – Cit.

 

 

Posted in

Alessandro

Alessandro. Spartan. Jedi Knight. Keyblade Master.

Lascia un commento





Autori e Case editrici

Area Games

Musica e Spettacolo

Conferenze e Workshop

Area Mostre

Animazione

Alla ricerca di nuove informazioni?

Contattaci o leggi cosa ci passa per la testa...

Scroll To Top